Hackatao a SmartCity di Radio24


“La Bellezza vibra o non sarà” scriveva André Breton.
E in queste settimane la vibrazione si è fatta sentire forte da queste parti. E’ come essere dentro un turbine irrefrenabile. Nel Cambriano pullulante di nuove forme d’arte.
Vibrare e pulsare. Chi è dentro questo mondo Blockchain respira tutto questo, vede le potenzialità e le applicazioni pratiche, chi sta fuori non capisce e non capire genera paura.
Questo succedeva anche quando è nato Internet, dove eravate? quanto tempo ci avete messo per entrarci? E oggi ne siete pervasi e così, dicono, sarà per quest’altra nuova tecnologia.
Il nostro piccolo mondo lo sta già cambiando e rivoluzionando. I vecchi paradigmi cadono e il mondo si espande di nuove possibilità.
Spero con questa intervista di aggiungere un po’ di chiarezza, del resto Maurizio Melis è un grande “chiarificatore”, noi un po’ meno per questo ci troviamo bene nel neonato movimento della Cryptoart. 🙂
Ecco l’intervista integrale:

 Arte digitale: ora ha un mercato grazie alla blockchain

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *